Testimonianze 

10/01/2019 Incontro comunitario con don Rodolfo, responsabile delle Cellule di Evangelizzazione parrocchiale. L'incontro segna l'inizio degli incontri dopo la pausa natalizia. E' stato esteso a tutte le persone coinvolte nelle varie attività. Sull'esempio della chiamata dei primi discepoli, già discepoli di Giovanni Battista, don Rodolfo ha sviscerato le azioni e i sentimenti che hanno pervaso i chiamati a seguire il Signore e come da discepoli del Battista hanno decidono di seguire il Maestro. 

In questi tempi di cambiamenti anche noi siamo chiamati a decidere chi seguire. L'intera catechesi si può ascoltare o scaricare Cliccando qui.

 

5/3/2017:  Moltiplicazione cellula Santa Bernadette Soubirous e nascita della cellula S. Giuda Taddeo

La cellula di evangelizzazione Santa Bernadette Soubirous è nata a novembre del 2014 e il 5 marzo del 2017 ha visto trasformarsi in realtà il suo sogno più grande, la moltiplicazione! In questi anni di cammino insieme il Signore ci ha fatto sempre sentire la Sua presenza, ci ha presi per mano e ha guidato i nostri passi, ha ascoltato le nostre preghiere, ci ha fatti strumenti nelle Sue mani e ci ha ricolmato di tanti doni.

Con il cuore che batteva forte per l’emozione, domenica ci siamo avviati all’altare non divisi, ma moltiplicati! Quando la nuova cellula San Giuda Taddeo ha acceso la sua candela i nostri cuori hanno gioito e, all’unisono, hanno pronunciato il loro ‘sì’ ad un rinnovato invito all’evangelizzazione.

Ringraziamo il Signore di averci scelto per questo grande progetto d’amore al quale ci auguriamo possano unirsi tanti altri fratelli, cosicché tutte le cellule possano moltiplicarsi e tutti noi diventare “numerosi come le stelle del cielo”.              Francesca e Catia

     

    

 Testimonianza del 5/3/2017:  Moltiplicazione cellula S. Francesca Romana e nascita della cellula S. Faustina Kowalska

Domenica a messa ci si è stretto il cuore quando ci siamo trovate con i nostri fratelli di cellula in fondo alla chiesa disposti in due file, ognuna di noi a guida delle due cellule.

Poi il momento in cui abbiamo acceso la candela della nuova cellula ci siamo rese conto che la Luce del Signore può fare meraviglie.
Il pensiero che il Signore si sia servito di noi per aprire il cuore ad altri fratelli è una cosa meravigliosa, tocchi con mano la potenza della preghiera e l’azione dello Spirito Santo.

Pensare tanti anni fa di arrivare ad una moltiplicazione era solo follia, invece solo quando ci siamo abbandonate alla sua azione aprendogli il cuore e abbiamo creduto che il nostro Sogno poteva realizzarsi, dicendo “si” alla Sua chiamata, è arrivato il momento di toccare con mano quanto il Signore ci ama con amore illimitato.
Auguriamo a tutti di viver l’esperienza della moltiplicazione di cellula.

Grazie Gesù di averci scelto e di averci donato una vita nuova.                                                                               CARLA e DANIELA

    

Domenica 30 -11- 2014 - Benedizione e mandato per tre nuove cellule
 
Anche quest'anno abbiamo avuto la gioia di vedere nascere altre tre  cellule dai percorsi spirituali  che la parrocchia offre a tutti coloro che vogliono approfondire la fede e crescere spiritualmente ed umanamente.  
Infatti dal gruppo della Lectio Divina sono nate due cellule , quella di Sant' Agostino responsabili Stefano e Loredana e quella di Santa Teresa di Lisieux responsabile Francesca; inoltre dal gruppo giovani "Alabarè"   è nata la cellula di San Francesco che ha come responsabile Chiara.
Rendiamo grazie a Dio per tanta benevolenza e perchè continua ad elargire, attraverso l'intercessione di San Gabriele e di Maria Madre dell'Evangelizzazione , Grazie su tutta la nostra comunità.  
     
 
1° Incontro Nazionale per Leader di Cellula – Palermo 25 e 27 maggio 2014
Partecipare al primo incontro nazionale delle Cellule è stata per me un'esperienza nuova e ricca di insegnamenti.
Quando si cominciava ad avere notizia di questo evento, decisi di segnarmi anche se non ero molto convinto circa la possibilità di riuscirmi a liberare (impegni personali e di lavoro). In questi casi prevale l'idea che la propria presenza nei luoghi che frequentiamo giornalmente, sia assolutamente indispensabile (questo è solo frutto della mia mente iper razionale). Il Signore mi ha dato conferma che affidandomi a Lui non ci sarebbero stati intoppi...così è stato.
La presentazione dell'incontro mi permette di ricordare la carica incredibile di Don PiGi Pierini; nei suoi discorsi trovi davvero l'entusiasmo di un ragazzo di vent'anni, una fede davvero consistente.
Il Worship che si è tenuto il venerdì sera mi ha fatto apprezzare la carica dei ragazzi siciliani che hanno messo in scena dei momenti rappresentativi delle tentazioni a cui ci sottopone il demonio; solo la presenza del Signore ci permette di allontanarci da queste situazioni di peccato che ci portano alla morte “interna”.
Illuminanti sono stati gli interventi di Sofia Agazzi e di Don Gianni Mezzasalma, ma sicuramente il momento più forte del sabato è stata la preghiera di guarigione di Don Paolo Fenech: in quel momento si tocca quasi con mano la presenza del Signore che agisce per mezzo dello Spirito Santo.
Mi fermo un attimo a riflettere sulle parole che sono state al centro di quest'incontro:
ANDATE, SENZA PAURA, PER SERVIRE.
Ma come mi pongo nei riguardi di questo impegno come cristiano e come componente di cellula?
Noi siamo i primi a dover portare il Signore agli altri ma spesso nell'andare ci sono delle zavorre che mi tengono fermo; tra queste la paura, la paura di essere giudicato o emarginato, la paura che il mio messaggio possa avere un effetto contrario (allontanare invece che avvicinare il fratello che è lontano). E poi il Signore ci chiede di metterci al servizio del prossimo invece spesso mi metto in posizione di pretesa , oppure sono talmente ripiegato sui miei problemi da non avere tempo di curarmi di quelli degli altri.
Tutto questo mi porta ad un profonda riflessione su quella che è la missione che mi ha assegnato il Signore; solo con la Sua grazia posso riuscire.
Pietro
 
 Presentazione e moltiplicazione cellule - Marzo 2014
Il giorno 23 marzo 2014 la nostra comunità' ha avuto la gioia di vedere la nascita di altre due cellule , Beata Chiara Badano, nata dalla moltiplicazione della cellula di San Filippo Neri ed un'altra di giovani provenienti dal cammino chiamato Granello di Senapa che hanno dato origine alla cellula di San Michele Arcangelo.
Ringraziamo Dio per le innumerevoli Grazie che riversa sulla nostra comunità e su tutta l'opera di evangelizzazione ". 
       
Giornata di formazione con alcune parrocchie della diocesi di Pesaro

In data 8 settembre 2013, la nostra parrocchia ha avuto la gradita visita di un gruppo della diocesi di Pesaro, conosciuto durante il convegno nella stessa città il 14 aprile 2013. 

Si è vissuto un momento di convivialità e fraternità. Tra le altre cose sono state presentate agli ospiti tutte le iniziative di Nuova Evangelizzazione che la nostra parrocchia ha in atto.

Ringraziamo il Signore per questo momento di condivisione e per la bella amicizia che si è creata. 

    

INCONTRO PARROCCHIE CENTRO ITALIA 

L’ Organismo Internazionale di Servizio per le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione per la  ZONA CENTRO-ITALIA , il 14 aprile 2013 a Pesaro,   ha organizzato ( e per la prima volta ) una giornata di fraternità e di riflessione con Don Pigi Perini il fondatore delle Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione in Italia ( SCEP)  . 
La parrocchia di San Gabriele è stata invitata a rendere testimonianza della propria esperienza  ,   in quanto  propone, come percorso  di fede “ Le Cellule Parrocchiali”, cammino che in questi anni ha visto la nascita di nuove cellule grazie a tutti coloro che evangelizzando hanno  portando sempre più persone a conoscere l’amore di Dio .
Con un  gruppo di referenti tra leaders e coleader ci siamo recati a Pesaro . E’ stata una giornata intensa , ricca di spunti . In mattinata abbiamo avuto la possibilità di ascoltare don Pigi Perini la sua esperienza come fondatore delle cellule in Italia e come parroco  tutto dedito all’evangelizzazione; nel pomeriggio , attraverso dei laboratori,  c’è stato un momento di confronto  con  le diverse realtà parrocchiali presenti all’incontro. 
Ringraziamo il Signore che ci consente di rendere testimonianza delle grazie che riversa sulla nostra comunità attraverso le Cellule di Evangelizzazione Parrocchiale.  
                                                         Leaders e Coleaders
     

PRESENTAZIONE E MOLTIPLICAZIONE CELLULE DI EVANGELIZZAZIONE - Febbraio 2013

Domenica 3 febbraio 2013, durante la celebrazione eucaristica delle ore 19.00, la nostra comunità ha vissuto un momento particolare: la presentazione di una nuova cellula di evangelizzazione e la moltiplicazione di una cellula già esistente.

Abbiamo scelto di vivere questo momento durante la celebrazione eucaristica perché le cellule di evangelizzazione rappresentano una parte della comunità e per realizzare la loro missione evangelizzatrice hanno bisogno della preghiera costante di tutti.

La cellula che si è moltiplicata è la cellula S. Rosa da Lima che ha come responsabile Mariarita Fidanza e ha dato vita alla cellula di S. Teresa D’Avila che ha come responsabile Teresa di Fabio.

La cellula di nuova costituzione è quella di S. Gabriele Arcangelo che nasce dall’esperienza delle cene Alpha e del cammino della Lectio ed ha come responsabili Paola e Gabriele anche loro provenienti da questi percorsi.

I componenti delle tre cellule si sono avvicinati all’altare per ricevere la benedizione del Parroco.

I responsabili delle nuove cellule hanno portato una candela spenta ed hanno attinto la luce dalla candela  della cellula già esistente in parrocchia: la cellula di S. Rosa da Lima. In questo modo le nuove cellule hanno ricevuto ufficialmente il mandato per l’evangelizzazione.

Incontro di formazione leader-coleader cellule: 14/12/2012
Cosa è l’evangelizzazione? Evangelizzare significa dire a chi incontriamo nella nostra vita quotidiana “Dio ti ama, ha dato la sua vita per te e ti vuole con sé per sempre”. Sono semplici parole che spesso faccio fatica a pronunciare. Perché? Forse perché mi manca il coraggio, ho paura di espormi, compromettermi con gli altri? Sicuramente è per questo e per tante altre cose che hanno una stessa radice: l’egoismo, l’essere troppo presa da me stessa e dalla mia vita. Quando vengo presa da questi” momenti bui”, mi guardo indietro e ripenso alla mia vita passata, a quando mi sentivo una canna sbattuta dal vento. Si perché in quella che io chiamo “un’altra vita” io mi sentivo così: sbattuta da una parte all’altra senza forza e senza sapere dove andare e cosa fare. Un giorno una persona  mi ha ascoltato, accolto e mi ha aiutato ad alzare gli occhi al cielo e a capire che non ero sola! Se quel giorno quel fratello avesse preferito passare oltre, e pensare soltanto a sé io forse oggi non sarei qui. Come posso dire grazie? Alzando lo sguardo, allontanandomi da me, guardando negli occhi le persone che incontro e non perdendo nemmeno un’occasione di dire quelle semplici parole. Solo così posso fare mie le parole di San Paolo:” Per me evangelizzare non è un titolo di gloria, ma un dovere. Guai a me se non predicassi il Vangelo!”(1 Cor 9, 16).
Claudia
 

 

Moltiplicazione cellule 2 dicembre 2012
La comunità parrocchiale ha vissuto un altro momento forte con la moltiplicazione della Cellula S. Alfonso. La nuova cellula S. Gaspare del Bufalo ha ricevuto la luce dalla cellula madre e la nascita è stata suggellata dall'invocazione allo Spirito Santo e dalla benedizione di don Valentino.  
    
Moltiplicazione cellule (nov.2011)
 
Il 6 novembre è stata una giornata storica, ben 5 cellule si sono moltiplicate. La grazia del Signore opera in maniera forte. La cerimonia è stata suggestiva. I componenti delle cellule si sono presentati all’altare insieme ai loro leader con un cero acceso. Il leader della cellula nuova ha poi acceso un nuovo cero da quello della cellula madre. E’ stato un passaggio di consegne sancito dalla luce di Cristo e dalla benedizione di don Valentino. In totale ora ci sono ben 26 cellule che pregano, lodano il Signore ed evangelizzano.
 
Un altro momento importante è stato vissuto Sabato 26 novembre con la visita della teologa suor Federica Rosy Romersa, promotrice del sistema Cellule per la zona Italia Centro e la Sardegna e per la Progettazione di Evangelizzazione Pastorale. Al termine della visita ha avuto parole di apprezzamento per quanto viene fatto e per l’espansione avuta nel nostro territorio.
      
     
                                        
 
Testimonianza della Cellula “Santa Monica” - (giugno 2011)
E’ trascorso poco più di un anno da quando siamo stati invitati a partecipare alla prima cena del
primo “Corso Alpha” organizzato nel salone della parrocchia di S.Gabriele.
Chi l’avrebbe detto che da quella cena sarebbe iniziato un lento cambiamento delle nostre vite, delle nostre abitudini, del nostro modo di relazionarci con gli altri.
Poco alla volta ci siamo lasciati trasportare dall’accoglienza, dalla gioia, dall’energia di tutta la
comunità…unita da un legante unico: l’amore del Signore.
Attraverso varie esperienze comunitarie e la guida di persone “speciali” abbiamo conosciuto l’amore del Signore e la sua infinita misericordia, abbiamo scoperto quanto la parola di Dio possa essere una guida fondamentale nella nostra vita, e da qualche mese ci siamo avventurati nel meraviglioso cammino delle “cellule di evangelizzazione”. E’ un esperienza bellissima condividere con i fratelli come il Signore entra nelle nostre vite quotidianamente, è soprattutto bello unirsi nella preghiera per evangelizzare,  pur con le nostre debolezze e umanità, le persone che ci ruotano attorno.
Abbiamo solo risposto all’invito di una cena insolita…ed oggi ringraziamo il Signore per tutto quello che ha portato nelle nostre vite, perché attraverso tutte le nostre esperienze, positive o meno, siamo oggi consapevoli dell’amore di Dio e desiderosi di affrontare la vita nel suo nome.
 
                                                                                          Marco e Monica
 

Seminario Parrocchiale aprile - maggio 2010

Nei mesi di aprile–maggio 2010 si è svolto , nella sala parrocchiale di San Gabriele dell’ Addolorata, il Seminario per le Cellule di Evangelizzazione Parrocchiale ripetendo a tutti e soprattutto a chi partecipava al seminario per la prima volta il grande mandato dell’Evangelista Marco ….”Andate in tutto il mondo e annunciate il vangelo ad ogni creatura” .
E’ stata una esperienza molto bella vedere come quante persone, interessate ad iniziare questo cammino di fede di evangelizzazione, potessero essere assimilate ai “piedi” di molti altri per portare l’annuncio della salvezza ai parenti, amici, conoscenti e condividere nella vita ordinaria , nella loro casa, nell’oikos, quel poco di Gesu’ che hanno conosciuto.
Ringrazio Dio perché quel “vento leggero” con cui si manifesta lo Spirito Santo e che accompagna da molti anni il cammino settimanale delle cellule e che anche quest’anno ha soffiato su coloro che hanno maturato il proprio amore per il Signore Gesu’ e il bisogno di portarlo agli altri diventando loro stessi dei testimoni .
Ringrazio Dio Padre che attraverso Suo Figlio Gesù, lo Spirito Santo e con l’intercessione della Nostra Madre Maria si occupa amorevolmente , ogni giorno e per sempre, di ognuno noi come se fossimo la sola ed unica sua occupazione. 

                                                                                                                                         Marialucia    

Incontro formazione dei leaders

Il 12 marzo alle ore 21 e nella nostra parrocchia si è tenuto l'incontro formazione dei leaders del SCEP ( Sistema di cellule di Evangelizzazione Parrocchiale) con il parroco  don Valentino .

Oltre ad essere stato un momento formativo per i leaders, alla luce del'incontro Internazionale dei responsabili delle cellule di evangelizzazione parrocchiale tenutosi a Milano lo scorso gennaio , è stato  molto importante  riconfermare il nostro mandato come leaders al servizio della parrocchia e della chiesa e un'opportunità per ricaricarci spiritualmente attraverso la preghiera comunitaria.
Ringraziamo Dio Padre  per averci Scelti  per questo servizio  non per merito ma solo per Grazia;
ringraziamo Suo Figlio Gesù che attraverso la Sua Parola ci forma e ci istruisce ;
     ringraziamo lo Spirito Santo che ci guida e ci sostiene in questo servizio.
                                                                     Maria Lucia

 

 

 I FRUTTI DEL DESERTO

“Perciò, ecco, la attirerò a me, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore.”
Ricorderò sempre con piacere questo passo della Bibbia (OSEA 2,16) perché attraverso di esso, durante un ritiro che feci in un particolare periodo della mia vita, cominciai a comprendere il vero significato dell’abbandono all’amore di Dio. Un ritiro nel quale avevo riposto molte aspettative. Speravo, infatti, che il Signore potesse darmi delle risposte che ansiosamente aspettavo. Il Signore non tardò nel farsi sentire. Con l’aiuto dei mezzi che mette a nostra disposizione, però, compresi che ciò che avrei voluto ascoltare in quel momento era l’esatto opposto del Suo disegno su di me.
 
Quelle stesse parole che oggi infondono in me sentimenti positivi, in un primo momento mi lasciarono nello sconforto totale, perché appesantivano la solitudine e la sofferenza causatemi dal deserto umano.
Invece di ribellarmi, però, come avrei probabilmente fatto qualche anno prima, decisi di provare ad arrendermi, confidando nei consigli e nei suggerimenti delle persone che ho avuto la grazia di avere vicino in quel periodo. Angeli mandati dal Signore, che avevano già sperimentato la gioia di incontrare Cristo e che, sono sicura, mi hanno accompagnata e sostenuta con la preghiera! A tal proposito ritengo sia stata per me di fondamentale importanza la costante partecipazione al gruppo di preghiera “Le cellule di evangelizzazione” a cui prendo parte settimanalmente da più di un anno.
 
Se in un primo momento il Signore mi condusse solo spiritualmente nel deserto, pochi mesi dopo decise di farlo anche fisicamente. Riuscii a realizzare, infatti, un viaggio in Terra Santa che avevo già cercato di programmare qualche anno prima, senza mai riuscirci. E proprio lì c’è stato un momento in cui, trovandomi immersa realmente, fisicamente nel deserto, rimasi sbigottita e meravigliata per la sua bellezza. Io, che lo avevo sempre immaginato arido e senza vita, dovetti ricredermi davanti allo scenario che mi si prospettava innanzi, a mio avviso spettacolare!
 
Da quel momento ho cominciato a ricredermi anche sul conto del mio deserto interiore, non dico amandolo ma, quantomeno, rispettandolo. Dal rispettarlo all’accettarlo il passo è stato breve.
 
E così, una volta recuperata la mia tranquillità, mi scoprii desiderosa di ascoltare ciò che il Signore aveva da dirmi. Doveva essere sicuramente qualcosa di molto importante, dal momento che per ascoltarlo esigeva tutta la mia attenzione, un qualcosa che non avrei mai potuto ascoltare fintanto che fossi rimasta immersa nel frastuono di tutte le cose che mi facevano da cornice.
 
Per ascoltarlo ha voluto condurmi nella solitudine e nella sofferenza, per rendermi partecipe del fatto che proprio lì lo avrei incontrato principalmente, perché non rimanessi sola. Ed è proprio lì che ha deciso di esprimermi il Suo messaggio: quanto sia forte, vero ed incondizionato l’amore che nutre nei miei confronti!
 
Vorrei concludere dicendo un’ultima cosa: alla luce di tutto questo mi rammarico al pensiero di quanto tempo abbia sprecato per la mia crescita spirituale. Pur avendo avuto a disposizione gli strumenti necessari, infatti, li ho lasciati per lungo tempo inutilizzati. Tutto ciò, però, mi ha dato modo di constatare che il Signore non si stanca mai di bussare al nostro cuore e ci aspetta con paziente amore, nonostante i nostri continui rifiuti. E’ bello, poi, sperimentare che non rimane indifferente al più piccolo cenno di considerazione che mostriamo verso di Lui, rinnovandoci ogni volta la possibilità di recuperare a grandi passi tutto il tempo perso!
Basta che tu lo voglia….. Gesù sta aspettando anche te!!!
                                                                                                      Cristiana

 

Testimonianze

Dalla Cellula "Angeli Custodi" - giugno 2011

 Testimonianza della Cellula "Angeli Custodi" giugno 2011

E’ trascorso poco più di un anno da quando siamo stati invitati a partecipare alla prima cena del primo “Corso Alpha” organizzato nel salone della parrocchia di S.Gabriele.
Chi l’avrebbe detto che da quella cena sarebbe iniziato un lento cambiamento delle nostre vite, delle nostre abitudini, del nostro modo di relazionarci con gli altri.
Poco alla volta ci siamo lasciati trasportare dall’accoglienza, dalla gioia, dall’energia di tutta la comunità…unita da un legante unico: l’amore del Signore.
Attraverso varie esperienze comunitarie e la guida di persone “speciali” abbiamo conosciuto l’amore del Signore e la sua infinita misericordia, abbiamo scoperto quanto la parola di Dio possa essere una guida fondamentale nella nostra vita, e da qualche mese ci siamo avventurati nel meraviglioso cammino delle “cellule di evangelizzazione”. E’ un esperienza bellissima condividere con i fratelli come il Signore entra nelle nostre vite quotidianamente, è soprattutto bello unirsi nella preghiera per evangelizzare,  pur con le nostre debolezze e umanità, le persone che ci ruotano attorno.
Abbiamo solo risposto all’invito di una cena insolita…ed oggi ringraziamo il Signore per tutto quello che ha portato nelle nostre vite, perché attraverso tutte le nostre esperienze, positive o meno, siamo oggi consapevoli dell’amore di Dio e desiderosi di affrontare la vita nel suo nome.
 
                                                                Marco e Monica