Campo estivo adolescenti - luglio 2016

Da lunedì 18 a giovedì 21 luglio 2016 abbiamo vissuto un esperienze bellissima con 15 ragazzi della nostra parrocchia nel "Villlaggio Shalom"a Montefalcone del Sannio (Campobasso). Ci hanno guidato "cinque giovani del vangelo" con i quali abbiamo riflettuto su come è importante: avere un sogno nella vita, saper distinguere tra le cose che ci arricchiscono e i veri tesori della vita, sulla qualità delle nostre relazioni, sulla generosità e sulla bellezza dell evangelizzazione. Abbiamo vissuto momenti bellissimi di condivisione e di preghiera. Grazie a Gesù  

  
Campo preadolescenti 2016
 Dal 5 al 7 luglio 2016 siamo staTi insieme a 8 ragazzi del gruppo cresima per vivere il "1 incontro con Gesù". Anche se eravamo in pochi a causa di problemi tecnici ed economici, abbiamo vissuto tre giorni stupendi dove anche i ragazzi più timidi, che di solito nel grande gruppo avevano timore di parlare, si sono aperti e hanno condiviso la loro interiorità in modo stupendo. Grazie a Gesù, agli animatori e alla cuoca. 
 
Ritiro ad Assisi - Luglio 2014

"Quest'estate ho avuto la fortuna di vivere sei giorni di ritiro ad Assisi con i miei compagni di cammino, presso un convento di Suore Alcantarine, che si è concluso con la  Festa della Perdonanza.

  n

In quelle giornate trascorse in quei luoghi unici abbiamo ripercorso le tappe fondamentali della vita di Francesco, una vita straordinaria  a partire dalla giovinezza fino alla Santità. È stata un'esperienza molto forte che mi ha lasciato diversi insegnamenti. Innanzitutto il suo dire "Si" , il suo esempio di disponibilità incondizionata per il Signore, a cominciare da quella domanda che Gli rivolgeva sempre durante le preghiere " Cosa vuoi che io faccia per Te?" una domanda che ognuno di noi deve rivolgere al Padre. Poi mi hanno stupito tanti altri aspetti della vita di Francesco: la semplicità e la gioia di vivere, la capacità di riconoscere l'amore di Dio verso di noi osservando la natura, la rinuncia totale ai valori e ai vizi terreni in modo da abbracciare completamente il messaggio e gli insegnamenti del Vangelo, il dono della fraternità che ho vissuto in prima persona nel convento delle suore stando a contatto e conoscendo ragazzi provenienti da tutta Italia. Inizialmente tutti questi messaggi mi sono sembrate impossibili da vivere per "noi comuni mortali che non siamo Santi" poi ho capito che è solo il Signore a donarci la grazia di vivere come Lui ci ha insegnato e noi dobbiamo pregare per questo. Concludo dicendo che da San Francesco ho imparato che essere Santi significa vivere in modo straordinario il nostro quotidiano.

Emanuele 
     
“L’amicizia con Gesù”  Passo Lanciano (Chieti) 14-17 luglio 2014
 
Con questo ritiro ho capito innanzitutto che Gesù era un uomo proprio come noi, che ha dovuto apprendere ciò che Dio, suo Papà, voleva da lui. Questo mi fa avvicinare ancora di più a lui, perché le sofferenze che patiamo noi come uomini, le ha patite anche lui, ma a differenza nostra, lo ha fatto per poterci salvare e senza ricevere nulla in cambio, mentre noi ci lamentiamo in continuazione di qualsiasi cosa, anche la più piccola.
 
Gesù era una persona piena di gioia e amore e lo donava gratuitamente a tutti senza distinzioni. 
 
Molte persone appena sentono il suo nome, subito hanno dei pregiudizi, ma proprio come ogni uomo, bisogna parlarci e stare con lui per comprendere com’è davvero il suo carattere e la sua personalità.
 
Ebbene con questo ritiro ho potuto conoscere aspetti di Gesù che non conoscevo, e posso così imparare da lui ciò che devo fare per poter essere sua discepola, come lui vuole che io sia.
                                                             Beatrice
    
    
“ Il primo incontro con Gesù” 17-20 luglio 2014 Passo Lanciano (Chieti)
 
La cosa più bella che ho potuto apprendere attraverso questo ritiro è la consapevolezza che ognuno di noi è una meraviglia agli occhi di Dio: Lui ci ama profondamente e ci ha davvero voluti così come siamo, ci ha pensati sin dall’eternità;
 
Troppo spesso però noi  non ci sentiamo in tal modo: non ci piacciono i nostri difetti, le nostre insicurezze, debolezze; ciò che ci impedisce di sentirci una meraviglia è il peccato che ci inganna e così perdiamo anche la voglia di vivere, amare e sentire l’amore di Dio.
 
Per quanto mi riguarda anche io, il più delle volte, non mi sento meraviglia anzi…! Questo penso che dipenda anche dalle ferite che il passato mi ha procurato.
 
Grazie a queste catechesi   ho però finalmente capito che Gesù si carica delle ferite della persona malata perché ci ama; Lui tutto può guarire, basta semplicemente consegnarglielo;
 
Dunque, da oggi in poi,  grazie a questa consapevolezza, inizierò a  vedermi in modo diverso: come davvero un capolavoro di Dio poiché è Lui che mi ha creato e mi ama sempre così come sono ed è sempre pronto a perdonarmi.
                                                                       Martina
    
    
                                                       
30 giugno al 2 luglio 2014 in località  Montefalcone del Sannio (CB),
abbiamo avuto un gruppo nuovo di ragazzi al campo estivo tenutosi nel "villaggio SHALOM,  quelli dai 12 ai 14 anni. E' stata un'esperienza bella anche se impegnativa. Bella perché il tema del ritiro e' stato: " il primo incontro con Gesù" e i ragazzi si sono coinvolti, impegnativa perché i ragazzi che avevamo sono "selvaggetti" e abbiamo dovuto insegnargli a stare insieme e fare i servizi necessari per vivere bene insieme. Anche il luogo e' stato vincente perché eravamo in mezzo alla natura che fa riflettere per se stessa. Gesù si è' fatto conoscere molto meglio e speriamo che, andando avanti nel cammino diventi sempre più loro amico.
Daniela
      
      
Uscita presso il Centro Emmaus - Domenica 22 dic 2013
    
Inizio nuovo anno pastorale 2013 - 2014
Oggi 17/09/2013 i giovani si sono incontrati con don Valentino nel Salone parrocchiale per iniziare il nuovo anno pastorale. E' stato un momento di ricarica e di riflessione,  ponendosi l'obiettivo di conoscere e approfondire l'amore che Gesù ha per ognuno di noi. Momento molto bello, l'adorazione della Croce. A questo primo  incontro hanno partecipato circa 70 giovani.

              

Ritiro giovani dal 22 al 26 luglio 2013